Logo MST

Home Movies a Milano

[01.02.2011]

Home Movies in collaborazione con Mediateca Santa Teresa, in occasione dell’apertura dei programmi per la ricorrenza mondiale dell’Home Movie Day e della Giornata Unesco per il patrimonio audiovisivo, inaugura la nascita di un centro operativo milanese per l’Archivio Nazionale del Film di Famiglia.
L’Archivio nasce a Bologna nel 2001 e attualmente conta circa 2.500 ore di pellicole nei formati sub-standard 8mm, Super8, 16mm, 9,5mm Pathé Baby.
La giornata di sabato 10 ottobre sarà dedicata al tema della riscoperta e valorizzazione del cinema amatoriale per una rilettura della memoria storica collettiva, attraverso materiali d’archivio inediti e privati, pellicole restaurate, digitalizzate e rese pubblicamente accessibili da Home Movies.
Per l’occasione sarà attivato un punto di consulenza e di raccolta, dove i partecipanti potranno consegnare le proprie pellicole amatoriali, verificarne lo stato e ottenere consigli per la loro corretta conservazione e salvaguardia. Verranno inoltre illustrate le caratteristiche del progetto dell'Archivio Nazionale del Film di Famiglia, le modalità operative di raccolta, archiviazione e trasferimento in digitale.
E` previsto un momento di presentazione del Fondo del cineamatore milanese Eugenio Barberis e di un raro filmato in cui appare il maestro Salvatore Principato, sulla cui memoria il nipote Massimo Castoldi sta conducendo un progetto di ricerca che verrà illustrato come esempio metodologico di utilizzo degli archivi familiari e di integrazione tra le fonti private e le fonti ufficiali.
Non mancherà uno sguardo sull'influenza che la pratica amatoriale ha avuto sul cinema documentario contemporaneo, sempre più attratto da forme autobiografiche e diaristiche che proprio nella figura del cineamatore (e poi in cineasti sperimentali che a quella tradizione si sono espressamente richiamati) trovano un primo punto di riferimento al di fuori dell'industria cinematografica tradizionale.
L’incontro ha l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul patrimonio culturale rappresentato dalla “memoria di famiglia” e sui modi in cui questa può diventare “memoria della società italiana”. Milano come contenitore necessario per raccogliere e valorizzare questo patrimonio altrimenti destinato alla dispersione va ad aggiungersi alla già prestigiosa sede di Bologna.
Le attività di Home Movies sul territorio milanese e lombardo proseguiranno nel corso del 2010 con un ampio e capillare progetto di raccolta sostenuto da enti pubblici sensibili al recupero di questa documentazione inedita.