Logo MST

Meet the Media Guru: Roger Malina

[20.02.2010]


Gli osservatori aperti di UN ASTROFISICO AL DELTA di ARTE E SCIENZA

26 febbraio 2010 - ore 19:00
Mediateca Santa Teresa - Via della Moscova 28 – Milano

Il tradizionale appuntamento milanese con la cultura digitale esordisce nel 2010 con il contributo di uno scienziato al lavoro per un nuovo umanesimo “accresciuto”

Milano, 12 febbraio 2010 – Dopo il toccante e affollatissimo intervento di Edgar Morin dello scorso novembre al Teatro Dal Verme, Meet the Media Guru torna a casa, presso la Mediateca Santa Teresa di Via della Moscova 28. E lo fa presentando uno scienziato che da anni lavora al crocevia ideale di arte e scienza con l’obiettivo di dare vita a un nuovo umanesimo accresciuto, a una concezione più ampia della cultura intesa come ricettacolo di tutte le esperienze umane nel campo del sapere.

Direttore dell’Osservatorio Astrofisico di Marsiglia dove è membro dello Observational Cosmology Research Group, Roger Malina è anche responsabile editoriale della rivista Leonardo del Massachussets Institute of Technology, che dal 1968 propone uno dei più innovativi compendi di scienza, arte e filosofia.

ARTE E SCIENZA
Dall’osservatorio privilegiato di Leonardo, Malina indaga gli sviluppi legati alla sempre maggiore prossimità di arte e scienza – di cultura umanistica e cultura scientifica – in un crocevia dove la rete assume il ruolo di facilitatore del reciproco avvicinamento.

Nel suo lavoro scientifico l’astrofisico esplora quella porzione di universo sconosciuto (“dark universe”, oltre il 97%) che non è percepibile né direttamente né indirettamente (in forma tecnologicamente mediata) dai nostri sensi, ma che sappiamo comunque esistere tramite l’estrapolazione dei dati. E indica nell’arte un serbatoio di concetti, metafore e visioni utili a descrivere il cosmo e a disegnare la scienza del futuro.

Malina si propone di contribuire a fare uscire la scienza da quelli che lui stesso definisce “ghetti composti da esperti”, nell’ottica di superare il culto dei “compartimenti stagni” che impediscono la libera circolazione di una cultura intesa come conoscenza allargata a tutte le discipline del sapere. Non sostiene l’avvento di una nuova scienza a carattere amatoriale, bensì di una scienza più intima (prossima al resto del mondo, aperta), capace di coinvolgere miliardi di persone nell’obiettivo comune di comprendere meglio il mondo che ci circonda e il nostro impatto su di esso.

Arte, scienza e tecnologia sono dunque culture connesse – e non più discipline autonome – in grado di condividere, ed essere condivise, dagli stessi media.

RINASCIMENTO TRASFORMAZIONALE
Una delle chiavi per lo sviluppo di questa integrazione culturale va ricercata nella libera circolazione dei dati fra gli esseri umani, ai quali Malina propone un nuovo dovere e un nuovo diritto: il diritto all’accesso ai dati e il dovere della costruzione di una conoscenza che raccolga e interpreti i dati relativi al mondo in cui viviamo.

Il diritto ai dati e il dovere di raccoglierli sono parte di questa necessaria trasformazione culturale e, come sostiene Malina, oggi “siamo in possesso della conoscenza necessaria a creare”.

Al Rinascimento Trasformazionale evocato da Malina stanno già contribuendo numerosi artisti del movimento arte-scienza e arte-tecnologia, mentre iniziative di innovazione aperta, reti per l’apprendimento a distanza e altri movimenti per le risorse condivise stanno portando a nuovi metodi di apprendimento e di ricerca nell’era digitale.

OPEN OBESRVATORIES
Il concetto di Open Observatories elaborato da Malina si propone di disseminare strumenti, tecniche, dati e conoscenza per lo sviluppo di progetti al crocevia tra scienza e umanesimo. Gli osservatori consentiranno lo sviluppo di conoscenza generata a livello locale per favorire l’evoluzione necessaria ad affrontare gli inarrestabili cambiamenti in corso.

L’ingresso è libero sino a esaurimento posti.

Per partecipare basta iscriversi sul sito www.meetthemediaguru.org

MEET THE MEDIA GURU è il programma di incontri con i protagonisti internazionali della cultura digitale e dell'innovazione, nell’ottica di individuare, analizzare e discutere i nuovi trend destinati ad avere un forte impatto sulla vita e sul lavoro, sul modo di relazionarsi e di fare business. Nato nel 2005, Meet the Media Guru è diventato negli anni un appuntamento costante di dibattito con le voci più rappresentative della cultura new media e dell’innovazione.
Per ulteriori informazioni: www.meetthemediaguru.org
Ideazione e realizzazione: MGM Digital Communication. Con il contributo di Regione Lombardia e Camera di Commercio di Milano.
In collaborazione con: Mediateca Santa Teresa / Media Partner: Wired / Web Partner: Totem / Streaming; Connexia.