Logo MST

Braidense segreta: Descrivere il mondo

[27.11.2011]

Il grande mappamondo (circonferenza 4 metri) recentemente restaurato fu realizzato per la Braidense tra il 1819 e il 1829 grazie all’impegno del direttore della Biblioteca Robustiano Gironi (Gorgonzola 1769 - Milano 1838) per offrire agli studiosi ed al pubblico uno strumento preciso, aggiornato ed elegante per la conoscenza del pianeta, in un’epoca in cui diverse zone della terra erano ancora sconosciute ed oggetto di importanti spedizioni di esploratori, illustrate dai giornali.
L’opera fu il prodotto della collaborazione tra varie competenze scientifiche e tecniche in primo luogo quelle degli astronomi dell’Osservatorio di Brera ed abilità artistiche e manuali e della sperimentazione di metodi innovativi, che portarono ad un risultato di eccellenza. Il globo offre lo spunto per conoscere alcuni aspetti della cultura dell’epoca e ripercorrere la storia dell’adozione del metrcome unità di misura.
Sarà allestita una piccola mostra di atlanti geografici che descrissero il pianeta dal Rinascimento in poi, fino a quelli ottocenteschi utilizzati nella preparazione del Globo. Al fine di documentare la realizzazione del globo e il suo restauro è stata predisposta una postazione informatica interattiva con touch-screen, che rimarrà a disposizione del pubblico.
Interverranno: Andrea De Pasquale,Paolo Crisostomi, Donatella Falchetti, Nello Paolucci, Luca Cerri
A cura di Donatella Falchetti, funzionario della Biblioteca Nazionale Braidense

  • Locandina

  • Depliant

  • Comunicato stampa