Logo MST

Marziale - La dura vita di un poeta in età imperiale

[16.06.2016]

Letture Multimediali in lingua latina
Marziale - La dura vita di un poeta in età imperiale

16 giugno 2016 - 16.00 – 17.30
a cura di Franco Sanna

Marziale

Nato intorno al 40 d.C. a Bilbilis (vicino all’odierna Calatayud) in Spagna, negli ultimi anni dell’impero di Nerone si trasferì a Roma, in cerca di successo. La sua fortunata carriera iniziò con la pubblicazione del Liber de Spectaculis (poesie per l’inaugurazione del Colosseo - 80 d.C.) e proseguì fino alla pubblicazione del dodicesimo e ultimo libro di epigrammi. Visse una vita inquieta, frequentando importanti esponenti della cultura e della politica del tempo, ma rimanendo insoddisfatto della propria condizione economica e subalterna. Stanco della grande città, tornò nella nativa Bilbilis, grazie all’aiuto del generoso e ricco amico Plinio il Giovane. Morì nel 104 avendo sempre nel cuore la vivace vita della città che lo aveva reso famoso.
La sua produzione poetica è costituita soltanto da epigrammi, poesie brevi improntate al realismo e inclini alla satira. Grazie a queste poesie possiamo sorridere dei vizi umani in generale e di quelli, in particolare, della società romana della seconda metà del primo secolo d.C., che viene descritta con tratti talora paradossali. Marziale afferma che la sua poesia “ha sapore di essere umano”: non troviamo nei suoi epigrammi né grandi imprese né famosi personaggi ma tanti spunti di riflessione e tanti motivi per sorridere.
Il curatore prof. Franco Sanna
Già docente di latino e greco nei licei classici Rebora di Rho e Beccaria di Milano e del laboratorio Multimedialità e studi letterari dell’Università degli Studi di Milano, si dedica attivamente all’applicazione delle nuove tecnologie nella ricerca e nell’ambito della fruizione della letteratura italiana, latina e greca.

Lettura multimediale di poeti latini in Mediateca
La lettura pubblica di testi letterari di alto livello è diventata una prassi consolidata in tutte le città italiane e suscita la curiosità di un pubblico che non si accontenta di un semplice intrattenimento. Le iniziative culturali di questo genere svolgono una funzione di divulgazione e diventano contemporaneamente un momento di aggregazione di persone, mosse da motivazioni personali diverse e attirate dalla possibilità di trascorrere il tempo ascoltando testi letterari in un ambiente lontano dalle urgenze quotidiane.
Destinatari
L’incontro è proposto a un pubblico curioso e disposto ad ascoltare la grande poesia latina con i suoni e i ritmi della lingua originale. L’ascolto in questa lingua antica pare possibile perché il latino è abbastanza conosciuto in Italia: sono molti quelli che lo studiano, l’hanno studiato in passato o lo coltivano per passione. La comprensione dei testi è facilitata dalla somiglianza dei suoni e dei vocaboli, che possono essere compresi anche da coloro che non dispongono di grandi competenze specifiche.
Come si svolge
Dopo una breve introduzione mirante a fornire le coordinate cronologiche e culturali dell’autore e dell’opera, inizia la lettura dei passi scelti. Sullo schermo è visualizzato il testo latino e, nel corso della lettura, compare progressivamente la traduzione italiana corrispondente. Le immagini costituiscono una sorta di commento grafico e le traduzioni, inedite, mirano a riecheggiare il più possibile il lessico e l’ordine delle parole lette in latino.

Informazioni: t. 02366159 www.mediabrera.it b-brai.mediabrera.info@beniculturali.it www.latinamente.it Facebook: Mediateca Santa Teresa - Mibact

  • Comunicato stampa [pdf]